I valichi sono luoghi affascinanti, rappresentano una soglia tra due mondi, a volte molto simili, ma a volte anche molto diversi. Ma non è possibile saperlo prima. Bisogna arrivare sul posto per scoprirlo

Le rocce che continuamente si staccano dalle sue pareti dei monti sono come dei figli che il monte dissemina nel mondo, donando loro generosamente una vita propria e indipendente. Un mondo tutt’altro che privo di vita, affascinante, che può parlare alla nostra anima.

Scendere verso il basso ed entrare in un bosco sono simbolici dell’entrare dentro noi stessi, nell’inconscio, ad esplorare luoghi nascosti, che possono celare scenari difficili ma anche angoli preziosi e spettacolari.

Ci sono cose che non immaginiamo di poter, voler o saper fare. Ma se, ascoltando la voce interiore, sentiamo di dover andare in una certa direzione, verso una certa meta, allora la cosa migliore da fare è semplicemente cominciare a farlo.

Il vento può essere fastidioso e lasciarci in uno stato di semi stordimento. Ma se rallentiamo i nostri ritmi e ci poniamo in ascolto, possiamo contattare un livello più profondo dove il vento diventa benefico. Una folata che pulisce e ravviva.